venerdì 3 ottobre 2014

Per chi non ha il coraggio di vivere un amore anticonformista: JANE EYRE .

"Jane Eyre" è unanimamente considerato il capolavoro di Charlotte Brontë. In esso tutti gli eventi e i comportamenti dei personaggi sono in funzione delle svolte psicologiche della protagonista, e quindi, per la riconosciuta valenza autobiografica, della stessa autrice. Rilevanti nel romanzo sono l'immediatezza della narrazione e la capacità di suscitare una curiosità costante per lo sviluppo dell'azione. Mai nella narrativa inglese una donna aveva manifestato e scritto apertamente del suo desiderio per un uomo: Jane-Charlotte racconta invece la sua irresistibile passione per un uomo sposato, e non ha vergogna ad ammetterlo nel suo diario.



La Brontë riesce a descrivere i paesaggi e i personaggi con la stessa semplicità e maestria; da vita ad una eroina  sorprendente, anticonformista e sicuramente "nuova" non solo per la letteratura dell'800, ma anche per la società reale del secolo!
Ho letto Jane Eyre tanti anni fa per dovere universitario riconoscendolo subito come  indiscusso capolavoro letterario, ma poi l'ho riletto liberamente e mi sono lasciata affascinare dalla protagonista e ogni tanto mi capita di pensare a Jane. 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.